Regolamento

Regolamento

REGOLAMENTO GRUPPO GIOVANI AGENTI RACCOMANDATARI E MEDIATORI MARITTIMI (Modificato nelle assemblee del 20/2/1997, 30/5/2000, 10/11/2000, 24/5/2005, 10/5/2006, 20/12/2010)

ART. 1.

Ad iniziativa dell' Associazione Agenti Marittimi Raccomandatari Mediatori Marittimi Agenti Aerei di Genova è costituito il "Gruppo Giovani" dell'Associazione.

ART. 2.

Il Gruppo è costituito allo scopo di promuovere le iniziative atte ad approfondire la conoscenza dei problemi economici , sociali, politici e tecnici della categoria al fine di esaltare nei Giovani la consapevolezza dell'iniziativa imprenditoriale e dello spirito associativo.

ART. 3.

Al fine di conseguire gli scopi di cui all'articolo precedente il Gruppo predispone tra l'altro:

  • lo studio di problemi, la divulgazione, il dibattito dei temi che presentino, per gli aderenti un particolare interesse;
  • una più vasta conoscenza dell'ambiente economico e delle realizzazioni produttive in Italia e all'estero;
  • la partecipazione dei componenti del Gruppo alle iniziative dell'Associazione ed il loro inserimento negli organi statuari;
  • uno stretto collegamento con gli altri Gruppi Giovani allo scopo di promuovere un ampio scambio di vedute ed informazioni;
  • manifestazioni varie per promuovere la conoscenza ed i contatti reciproci tra gli aderenti.
ART. 4.

Possono far parte del Gruppo come Soci Effettivi gli addetti di imprese associate con una posizione contributiva corretta che non abbiano superato il limite massimo di età di 35 anni. Le permanenze nel Gruppo, nelle cariche ricoperte in seno al Gruppo o in qualsiasi altro organismo ? se ricoperte in rappresentanza del Gruppo ? cessa, compiuto il 40esimo anno, allo scadere del mandato. Le domande di iscrizione devono essere rivolte al Presidente del Gruppo il quale le presenta al Comitato Direttivo che deve approvarle a maggioranza dei presenti. I diritti connessi con la qualifica di appartenenza al Gruppo possono essere esercitati solo con il pagamento della quota annuale di adesione deliberata dal Comitato Direttivo del Gruppo.

La qualità di aderente al Gruppo si perde:

  • per dimissioni volontarie;
  • al compimento del 40esimo anno di età, ovvero alla scadenza del mandato ricoperto oltre quella data;
  • per mancata corresponsione della quota annuale di adesione;
  • per esclusione: possono essere esclusi con delibera a maggioranza dei 2/3 del Comitato Direttivo gli aderenti che abbiano perduto i requisiti richiesti per l’Mammissione
ART. 5.
Membro Onorario

E’ facoltà del Comitato Direttivo, su proposta del Presidente e sentita la Consulta degli ex Presidenti, nominare un Membro Onorario del Gruppo.

Può essere nominato Membro Onorario chi, pur non avendo i requisiti di cui all’art. 4), si è particolarmente distinto nel corso della sua vita per aver conservato una particolare e permanente condizione dello spirito e del carattere, assumendo e sposando, posizioni che per entusiasmo ed apertura mentale sono tipicamente appartenenti ai giovani o a loro vicine.

Il Membro Onorario può partecipare alle attività del Gruppo ma, pur avendo poteri di indirizzo, non detiene diritto di voto in Assemblea né può essere chiamato a ricoprire cariche in rappresentanza del Gruppo stesso.

Non può essere eletto più di un Membro Onorario per ogni biennio di mandato del Comitato Direttivo e del suo Presidente.

ART. 6.
Organi del Gruppo
L'Assemblea

L’Assemblea è costituita da tutti gli aderenti al Gruppo ed è presieduta dal Presidente del Gruppo; delibera con maggioranza semplice dei presenti.

Hanno diritto di voto e valgono per la determinazione del numero legale i Soci in regola con il versamento della quota sociale.

Comitato Direttivo

Il Comitato Direttivo eletto dall’Assemblea, è composto da otto membri che devono avere almeno un anno di anzianità nel Gruppo.

Il Comitato Direttivo eletto dall’Assemblea, è composto da otto membri che devono avere almeno un anno di anzianità nel Gruppo.

  • i titolari, gli institori e i legali rappresentanti di imprese associate;
  • i figli di titolari, institori e legali rappresentanti di imprese associate, che partecipano in forma diretta all’attività dell’impresa;
  • dirigenti o impiegati che abbiano responsabilità di gestione aziendale.

I requisiti di cui sopra dovranno essere comprovati dalle imprese proponenti.
È facoltà del Comitato Direttivo cooptare nel Comitato due giovani aderenti al Gruppo

Le candidature devono essere segnalate alla Segreteria almeno due giorni prima della data dell’Assemblea. Ogni azienda non potrà proporre più di un candidato.

Il Comitato potrà validamente operare purché siano presenti almeno sei consiglieri.

Le deliberazioni del Comitato Direttivo saranno prese mediante votazione a scrutinio segreto, quando lo richieda anche un solo componente.

I membri del Comitato rimangono in carica due anni ed il mandato coincide temporalmente con quello del Consiglio dell’Associazione, tenendo le elezioni prima di quelle di tale Consiglio.

La permanenza nel Comitato Direttivo non deve eccedere la durata globale e consecutiva di tre mandati.
Dopo tre assenze consecutive, non giustificate, il Comitato Direttivo può invitare il consigliere assente a presentare le dimissioni; dopo due ulteriori assenze seguenti l’invito, il consigliere decade. Fatta eccezione per il Presidente, è altresì causa di decadenza dalla carica l’elezione a Consigliere dell’Associazione.

Entro trenta giorni dalla data di dimissioni o di decadenza di un suo membro il Comitato Direttivo deve sostituirlo con il primo dei non eletti.

Il Comitato è presieduto dal Presidente del Gruppo che lo convoca, salvo casi eccezionali, con preavviso di almeno sette giorni ogni volta che lo ritenga necessario, o ne facciano richiesta scritta al Presidente almeno quattro membri con ordine del giorno motivato. In questo caso il Presidente è tenuto a convocare il Comitato Direttivo entro quindici giorni dal ricevimento della richiesta.

In caso di dimissioni di almeno quattro consiglieri eletti, il Presidente è tenuto a convocare l’Assemblea nei trenta giorni successivi.

Nelle riunioni del Comitato Direttivo le deleghe non sono valide.

Presidenza e Vicepresidenza

Il Presidente e i Vicepresidenti del gruppo giovani, in numero da uno a tre a discrezione del Presidente, vengono eletti dal Comitato Direttivo, ciascuno con votazione separata, a scrutinio segreto, ed a maggioranza dei 2/3 dei membri del Direttivo.

La convocazione del Comitato per l’elezione del Presidente dovrà essere fatta dal Presidente uscente entro 20 giorni dalla data dell’Assemblea.

E’ eleggibile alla carica di Presidente un aderente al Gruppo con almeno due anni di anzianità al Comitato Direttivo.

Alla scadenza del Direttivo il Presidente e i Vicepresidenti sono dimissionari.

Il Presidente e i Vicepresidenti non possono rimanere in carica per più di due mandati consecutivi.

Consulta degli ex Presidenti

E’ composta dagli ex presidenti del Gruppo Giovani, nonché dai membri onorari nominati ai sensi dell’articolo precedente 5).

La Consulta degli Ex Presidenti è organo consultivo dell’ufficio di Presidenza, può essere interpellato ogni qualvolta lo si ritenga necessario, esprimere pareri ed essere invitato a partecipare alle sedute del Comitato Direttivo.

Dovrà necessariamente esprimere il proprio parere sulla nomina dei Membri Onorari ai sensi dell’art. 5).ù

ART. 7.
Attribuzioni dell'Assemblea
  • Determina su proposta del Comitato Direttivo la quota annuale di adesione;
  • approva il programma annuale del Gruppo su proposta del Comitato Direttivo;
  • delibera, su proposta del Presidente, sulle modificazioni da apportarsi al presente regolamento;
  • elegge i membri del Comitato Direttivo.

L’Assemblea deve riunirsi almeno una volta all’anno in via ordinaria, e può essere convocata in via straordinaria ogni qualvolta il Comitato Direttivo lo deliberi o ne sia fatta richiesta da almeno un terzo dei componenti il Gruppo. La convocazione dell'Assemblea deve avvenire con preavviso di almeno dieci giorni.

In Assemblea le deleghe sono valide, ciascun aderente non può avere più di una delega. L’Assemblea è regolarmente costituita in prima convocazione con la presenza della metà più uno degli aventi diritto al voto, e in seconda convocazione qualunque sia il numero dei presenti aventi diritto.

Le due convocazioni possono avvenire nello stesso giorno.

ART. 8.
Attribuzioni del Comitato Direttivo

Il Comitato Direttivo ha le seguenti attribuzioni:

  • svolge ogni opportuna azione per il conseguimento delle direttive approvate dall'Assemblea del Gruppo
  • promuove iniziative ed adotta provvedimenti atti alla realizzazione degli scopi del Gruppo;
  • nomina eventuali commissioni per lo studio di particolari problemi;
  • elegge il Presidente ( e uno o due Vicepresidenti);
  • esamina ed approva le domande di iscrizione al Gruppo;
  • delibera se partecipare a commissioni o gruppi di lavoro previsti dal Consiglio dell’Associazione o esterni all’Associazione stessa e, in caso positivo, ne designa i candidati;
  • propone all’Assemblea la quota di adesione;
  • redige il rendiconto annuale di gestione;
  • nomina, su proposta del Presidente, il Membro Onorario ai sensi dell’art 5).

Il Comitato Direttivo delibera a maggioranza ed in caso di parità prevale il voto del Presidente, fatto salvo quanto prescritto dall’articolo 5 paragrafi 2 e 3.

ART. 9.

Alla Segreteria del Gruppo l’Associazione provvede con proprio personale e designa il segretario di intesa con il Presidente del Gruppo Giovani. Il Segretario del Gruppo assiste alle Assemblee del Gruppo ed alle riunioni del Comitato Direttivo.

ART. 10.
Rinvio allo Statuto dell'Associazione

Per quanto non previsto dall’attuale Regolamento si fa riferimento alle norme contenute nello Statuto dell’Associazione Agenti Raccomandatari Mediatori Marittimi Agenti Aerei di Genova.

ART. 11.

Le modifiche del presente Regolamento vengono decise a maggioranza dei 2/3 degli aventi diritto al voto presenti in Assemblea.